Taglio ad acqua: cos’è e come avviene

Taglio ad acqua: cos’è e come avviene

Il taglio ad acqua è una tecnologia quasi senza limiti in termini di materiale da taglio e applicazioni. È un processo di taglio a freddo molto efficiente e preciso che utilizza la forza di un getto d’acqua estremamente concentrato.

L’acqua ad alta pressione, con o senza abrasivi, taglia un’ampia varietà di materiali senza generare calore inquinante. Il processo di taglio è caratterizzato da taglienti lisci come la seta senza scarti e altamente precisi.

Cos’è il taglio a getto d’acqua?

Il taglio a getto d’acqua è una tecnologia di taglio a freddo che consente di separare metalli e altri materiali l’uno dall’altro mediante un getto d’acqua ad alta pressione. A tale scopo viene utilizzata acqua appositamente trattata o un agente abrasivo con l’aggiunta di sabbia.

Nell’industria si utilizza una pressione compresa tra 1000 e 4000 bar, ma è possibile – a seconda della consistenza del materiale da tagliare – aumentare la pressione fino a 6200 bar, che si traduce in una velocità di uscita di 1000 m/s  e proiettata da un ugello di piccolo diametro (Φ0,1 mm). Una caratteristica tipica di questo processo, delicato sul materiale, è che genera solo poco calore.

La pressione esercitata sulla superficie del pezzo determina la profondità del taglio. Con una pressione di 600 bar non è possibile rimuovere alcun materiale. La profondità di taglio aumenta linearmente con la pressione. Il diametro dell’ugello utilizzato deve essere scelto in proporzione alla profondità di taglio, mentre la distanza tra gli ugelli deve essere inversamente proporzionale.

Le sue applicazioni sono molto diffuse, soprattutto per il taglio dei materiali per tetti cruscotti e paraurti per automobili. Viene anche utilizzato nel taglio delle fusoliere degli aerei che utilizzano nuovi materiali.

Taglio a getto d’acqua puro

Con l’acqua pura è possibile lavorare materiali sia morbidi che più resistenti. In questo processo, le singole parti vengono separate da acqua pura e filtrata. Poiché non vengono generate polvere o trucioli o vengono rilasciati gas tossici, questa variante del taglio a getto d’acqua è rispettosa dell’ambiente. Il diametro del getto d’acqua è relativamente piccolo, il che impedisce la formazione di gocce. Può essere inferiore a 0,1 mm. Soprattutto con materiali di piccolo spessore, si possono ottenere risultati di taglio ottimali e precisi.

Taglio a getto d’acqua abrasivo

Un getto d’acqua abrasivo viene generato da un getto d’acqua pura, con l’aggiunta di un agente abrasivo. In media, questo getto è di 0,2 mm più grande rispetto al taglio a getto d’acqua pura. La sabbia di granato è spesso usata come abrasivi. Più duro è l’abrasivo utilizzato, maggiore è la capacità di taglio.

In media, questo getto è di 0,2 mm più grande rispetto al taglio a getto d’acqua pura. La sabbia di Granato è spesso impiegata come abrasivo. Più duro è l’abrasivo utilizzato, maggiore è la capacità di taglio.

I vantaggi del taglio a getto d’acqua

Rispetto ad altre tecniche, il taglio a getto d’acqua presenta dei vantaggi che lo favoriscono in alcune applicazioni.

Innanzitutto non genera alcun effetto di calore, trattandosi di una forma di lavorazione senza contatto. Nessun trapano o altro strumento tocca l’oggetto, quindi non viene prodotto calore e non c’è assolutamente alcuna alterazione dell’oggetto o cambiamenti di colore. Nessuna punta o strumento perforante entra a contatto con il materiale, cosa che permette di rispettarne le qualità e le caratteristiche.

Facilita inoltre il taglio delle forme elaborate. Puoi tagliare qualsiasi forma da qualsiasi punto. Il taglio è possibile sia per corpi tridimensionali che per forme bidimensionali. Come con il taglio laser, non ci sono limiti agli oggetti lavorabili.

Non vengono prodotti né scarti né polvere, quindi non c’è alcun impatto sui lavoratori o sull’ambiente. Inoltre, la lavorazione può essere eseguita solo con acqua e sabbia (materiali abrasivi), quindi è ecologica.

Articoli correlati

Tempra acciaio: cos’è e come avviene

Tempra acciaio: cos’è e come avviene

Saldatura a Tig: cos’è e come funziona

Saldatura a Tig: cos’è e come funziona

Cubicatura: cos’è e a cosa serve

Cubicatura: cos’è e a cosa serve

I migliori siti dove acquistare pergolati bioclimatici

I migliori siti dove acquistare pergolati bioclimatici

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *